otto

  Quelli sì, erano bei tempi. Ricordo ancora quando il mio cuginetto aveva pochi anni, giocava spensierato nel cortile della scuola materna. Alle dieci del mattino tifava Inter, alle quattro del pomeriggio lo ritrovavi milanista sfegatato. Eccome se erano bei tempi! Ricordo che in prima liceo tifava per Anquetil; in seconda per Puolidor; in terza non esisteva nessun altro se … Continua a leggere

sette

C’era quel tale che in piazza gridava: “Macchè, siete matti? Mica è per il signor B. ‘sto coso, il Lodo. No. E’ per tutte e quattro le più Alte cariche dello Stato. Vedi un po’ – continuava argomentando – che se il Giorgio, uno di questi giorni, gira per Roma e mi fracassa un pedone sulle strisce, finchè è Presidente … Continua a leggere

sei

  Alcuni libri passano. Arrivano, si fermano giusto il tempo di essere letti, per correre via veloci un attimo dopo. Come succede per le fragole o le mandorle, dov’è piacevole ma breve il gusto che ti rimane in bocca. Comunque sia, è già tanto. Altri no, altri li vivi, e loro sembrano vivere te, quasi fossero individui, persone con le … Continua a leggere